accessori · mamme

Come scegliere il cuscino per la gravidanza e l’allattamento

Da principio ero scettica, forse perchè durante la prima gravidanza non avevo avuto particolari problemi legati al sonno, ma negli ultimi mesi della seconda invece avevo grosse difficoltà a dormire. Ricordo che non trovavo una posizione confortevole, mi faceva male la schiena e ovviamente mia figlia la notte dava il meglio di sè con una raffica di calci da calciatrice provetta… Così mi sono convinta, ho fatto una ricerca di vari modelli e ho comprato un cuscino che mi potesse dare sollievo. Per farla breve mi sono dovuta ricredere perchè quel “serpentone” non solo mi ha aiutato moltissimo a dormire, mi è stato utile anche quando allattavo e dopo essere stato usato perfino come paracolpi nel lettino, una della mie figlie lo usa tuttora come cuscino e non vuole assolutamente abbandonarlo!

Magari in questo momento siete in attesa e state pensando ad una lista nascita o siete alle prese con l’allattamento, per questo motivo voglio dedicare questo post proprio ai cuscini da gravidanza e allattamento, perchè in commercio se ne trovano davvero tanti e con caratteristiche differenti ma spesso non si apprezza ancora abbastanza la loro utilità.
Come vi dicevo, personalmente ho scelto quello detto “total Body” cioè un grande cuscino lungo che, mentre siete sdraiate, sorregge allo stesso tempo testa, schiena e pancia. E’ comodo da sistemare e da rigirarsi a seconda delle necessità, poi quando non si è sdraiati si può facilmente posizionare dietro il collo (ad esempio per rilassarsi sul divano). Indubbiamente non è compatto, ma si può piegare a metà. Io ho quello della Medela che diventa anche un nido per poggiare temporaneamente il bebè ed è pensato anche per l’allattamento perchè si chiude a ferro di cavallo mediante un semplice nodo. Inoltre l’ho adoperato per sorreggere la schiena della mia bimba, quando non riusciva ancora a stare ben seduta da sola ma iniziava a fare i suoi primi tentativi di equilibrio.

Volevo un cuscino sfoderabile e lavabile completamente, con fodera di cotone e imbottito con un materiale anallergico ma facile da lavare e asciugare (sì, sono una fissata con la praticità e butto tutto in lavatrice!). Devo dire che questo che ho scelto ha soddisfatto pienamente le mie richieste, è anche leggero e non è rumoroso.
Chiaramente potete trovare in commercio cuscini di marchi diversi, riempiti con pula di farro, in memory foarm, in piuma, in poliestere e perfino realizzati artigianalmente, basta sbirciare le offerte sul web o nei negozi come Prénatal, Io Bimbo, Chicco oppure in alcune farmacie specializzate.
Esiste anche un tipo di cuscino più piccolo, dalla forma particolare e ideato per stare sotto il pancione o sorreggere la schiena, ma va posizionato al momento e solo in una zona specifica.

176113444.jpg
Infine c’è il classico d’allattamento, quello a forma di semicerchio, compatto e facile da trasportare: al momento della poppata e ponendo il bimbo sul cuscino sarete più rilassate senza dover reggere in braccio il vostro bambino.

Quindi, il mio consiglio prima dell’acquisto è di avere ben presente cosa state cercando, di pensare anche a come potrete sfruttare il cuscino dopo la gravidanza, di controllare che il rivestimento sia in cotone e soprattutto sfoderabile, che il cuscino sia lavabile e che non sia nè particolarmente pesante nè ingombrante. Troppe cose tutte insieme? Certo che no, siamo donne e pretendiamo…buona scelta a tutte!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...